La logica (dal greco λόγος, logos, ovvero “parola”, “pensiero”, “idea”, “argomento”, “ragione”, da cui poi λογική, logiké) è lo studio del ragionamento e dell’argomentazione e, in particolare, dei procedimenti inferenziali, rivolto a chiarire quali procedimenti di pensiero siano validi e quali non validi. -Wikipedia-

logicaNel processo educativo la logica è fondamentale per seguire un percorso efficace.

Maria Montessori, grande donna, medico e pedagogista italiana, affermava che:

“Insegnare i dettagli significa portare confusione. Stabilire la relazione tra le cose significa portare la conoscenza.”

Il focus è portato sulle relazioni, sui “collegamenti” ancora prima che sui contenuti. Se ci pensiamo bene è il principio dell’ordine (mentale): facendo attenzione alle relazioni è possibile sapere in maniera precisa “dove” collocare l’oggetto del nostro studio e sarà immediatamente più chiaro non solo di che cosa si tratta, ma anche come recuperarlo dalla memoria. A questo punto si sarà formato anche “lo spazio” per i dettagli, che potranno essere aggiunti riccamente. Diversamente sono destinati a disperdersi, come palloncini pieni d’elio non ancorati al loro concetto.

La logica traspare poi anche nei “prodotti“, negli elaborati successivi al processo di apprendimento, proprio perchè è diventata parte integrante e “modus operandi”.
Ad esempio trovo che nella realizzazione di siti internet sia un elemento imprescindibile: è l’elemento che fa la differenza e che incide positivamente sull’esperienza di navigazione dei fruitori, permettendo di guidarli in un percorso e raggiungere lo scopo per cui il sito è stato realizzato.